Champions due volte amara per la Juventus: il titolo crolla in Borsa

2-la-final-de-la-champions-2466705h540La sconfitta in finale di Champions League contro il Real Madrid fa ancora molto male alla Juventus. Dopo i dolori sul campo questa mattina è il turno della Borsa, dove il titolo è crollato questa mattina di 10 punti a 0,71 euro. Un tracollo che ha drasticamente ridotto il valore della società, che dopo avere toccato i massimi alla vigilia dello scontro con i Galacticos, avvicinandosi a quota 900 milioni, questa mattina la capitalizzazione di Borsa si ferma a 731 milioni. Al di là della sconfitta sportiva, dal punto di vista economico la sconfitta non cambia moltissimo visto che già arrivando in finale la Juventus aveva accumulato premi dalla Uefa per 109 milioni, una cifra record. Sommandola agli incassi, sempre legati alla Champions, per circa 17 milioni si arriva a un jackpot complessivo di 126 milioni: vincendo la finale si sarebbe arrivati a 130 milioni, dunque “soltanto” 4 milioni in più. A determinare questa ondata di vendite potrebbe essere sicuramente un fattore “emotività” ma anche il timore, secondo alcuni esperti, che la Juventus dopo l’ennesima delusione in finale di Champions possa decidere in estate per una rifondazione dell’impianto base della squadra che a sua volta potrebbe rendere più difficile ottenere subito vittorie a livello internazionale nel breve termine. In ogni caso, il prossimo 30 giugno, il club si appresta a chiudere il terzo esercizio consecutivo in attivo con ricavi che potrebbe avere superato addirittura 500 milioni di euro.

Fonte: La Repubblica

Questa voce è stata pubblicata in Attualità dal mondo, Italia News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.