Piazza Affari avvia la seduta in rosso con l’Europa, bene i bancari

2-C_2_articolo_3074089_upiFoto1FPiazza Affari avvia la seduta in ribasso con l’Europa. Sui mercati prevale nelle prime battute il consolidamento dopo i netti rialzi registrati ieri e dopo la chiusura contrastata registrata a Wall Street con il Dow Jones in rialzo (+0,61%) e il Nasdaq in perdita (-0,49%). C’é anche cautela dopo il nuovo test missilistico della Corea del Nord in seguito al quale Tokyo, dopo un avvio tonico, ha chiuso gli scambi in ribasso dello 0,12%. A Milano, a pochi minuti dall’avvio delle contrattazioni, l’indice Ftse Mib registra 20.954 punti (-0,30%) e l’All Share 23.102 punti (-0,29%). Andamento analogo tra le consorelle con Parigi che cede lo 0,48%, Francoforte lo 0,33% e Londra lo 0,53%. Nel paniere principale di Piazza Affari bene i bancari con Unicredit (+1,18%), Ubi banca (+0,41%), Mediobanca (+0,40%), Bper Banca (+0,47%) e Intesa Sanpaolo (+0,35%). In netta flessione, di contro, Terna (-1,08%), Snam (-1,03%), Prysmian (-1,10%). Vendite anche per Telecom (-1,09%) e Italgas (-0,89%).

Fonte: Adnkronos

Questa voce è stata pubblicata in Attualità dal mondo, World News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.