UniCredit, maxi-aumento con 38% di sconto. Titolo in altalena

unicredit-640x342Unicredit fissa il prezzo del suo aumento di capitale da 13 miliardi, atteso sul mercato da lunedì 6 febbraio a venerdì 10 marzo: le nuove azioni verranno offerte a 8,08 euro con uno sconto del 38% sul Terp, il prezzo teorico dopo lo stacco del diritto di opzione, calcolato ai valori di ieri. Seduta che il titolo ha chiuso sugli scudi a 26,6 euro (+5,7%), sulla scia di alcuni report che avevano migliorato la propria visione sulla banca. Oggi il titolo prosegue in altalena. La cifra si colloca all’interno delle stime di mercato, che avevano fissato la forchetta possibile tra il 30 e il 40% del Terp. La decisione approvata ieri all’unanimità del consiglio si colloca nella parte alta, d’altronde l’ammontare della manovra – i 13 miliardi di nuova carta valgono quasi i 16,5 miliardi di quella vecchia, cioè l’attuale capitalizzazione di Borsa – è tale da richiedere un particolare incentivo ai vecchi e soprattutto ai nuovi azionisti. In ogni caso avrebbe potuto essere più alto: per la cronaca, lo sconto offerto da Jean Pierre Mustier tiene conto dei riscontri incassati in fase di road show ed è inferiore a quello della manovra da 7,5 miliardi lanciata sempre da Unicredit cinque anni fa (43%).

Fonte: Il Sole 24 Ore

Questa voce è stata pubblicata in Italia News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.