Borse, Milano giù con le banche

banche-btp-640x342Apertura di settimana cauta sui mercati azionari europei che guardano con attenzione agli sviluppi della riunione dei Paesi esportatori di greggio, sia Opec sia non Opec, a Istanbul per fare passi avanti nell’intesa sui livelli produttivi raggiunta ad Algeri e, nei prossimi giorni, alle minute dell’ultima riunione della Federal Reserve. I principali indici azionari europei sono incerti mentre Milano mostra un FTSE MIB in rosso. Sono soprattutto le banche a penalizzare il paniere delle big quotate a Milano ma è Salvatore Ferragamo(-1,8%) la peggiore a causa della decisione degli analisti di Goldman Sachs di togliere la raccomandazione d’acquisto sul titolo del gruppo fiorentino. Tra gli istituti di credito, scivola in modo più evidente Unicredit ma arretrano di oltre un punto percentuale anche Bper, Ubi Banca e Intesa Sanpaolo. Sul settore resta l’interrogativo Deutsche Bank dal momento che sembra più lontano l’accordo con gli Stati Uniti sulla sanzione necessaria a chiudere la causa legale pendente sui mutui subprime. A Francoforte il titolo dell’istituto tedesco perde oltre il 2%.

Fonte: Il Sole 24 Ore