Canada-Ue, accordo sul commercio

harper-barrosoDopo più di quattro anni di negoziati, Unione europea e Canada hanno raggiunto l’intesa politica su un Trattato economico e commerciale globale (Ceta).

Il nuovo accordo eliminerà oltre il 99 per cento dei dazi tra le due economie, al fine di creare opportunità di accesso ai mercati nel settore dei servizi e degli investimenti. Una dichiarazione congiunta, rilasciata dal presidente della Commissione José Manuel Barroso e dal presidente canadese Stephen Harper, descrive il Ceta come “Il gold standard del  XXI° secolo che creerà nuove opportunità su entrambi i lati dell’Atlantico , generando più commercio e maggiori investimenti , favorendo così la crescita e i posti di lavoro europei e canadesi ” .

La maggioranza dei dazi sarà eliminata non appena il trattato entrerà in vigore. Entro la fine del periodo transitorio, il Canada e l’UE si sono impegnati a liberalizzare, rispettivamente, il 92,8 per cento e 93,5 per cento delle transazioni commerciali agricole. Un capitolo sugli ostacoli tecnici al commercio contiene disposizioni volte a migliorare la trasparenza ea favorire i contatti tra l’UE e il Canada in materia di regolamenti tecnici.

L’accordo mira anche a rimuovere o attenuare gli ostacoli agli investimenti, e di creare una maggiore parità in materia di diritti di proprietà intellettuale. Tutte le autonomie sub-federali canadesi si sono impegnate ad aprire bilateralmente i loro mercati degli appalti, e l’accordo prevede un meccanismo di risoluzione delle controversie efficiente che copre la maggior parte delle aree.

Una volta attuato, il Ceta dovrebbe aumentare il commercio bilaterale di beni e servizi del 22,9 per cento. Circa la metà degli incrementi del Pil nella Ue verranno da modifiche ai regolamenti sul commercio dei servizi per un valore massimo di 5,8 miliardi di euro ogni anno.  Si stima anche il totale delle esportazioni Ue cresceranno del 24,3 per cento, mentre quelle del Canada del 20,6 per cento. Il tutto apporterà un incremento globale del Pil di 11,6 miliardi di euro per la Ue e di 8,2 miliardi per il Canada.

Barroso ha sottolineato  l’importanza dell’accordo sostenendo che sarà una pietra miliare per l’economia transatlantica e un trampolino di lancio per un mercato transatlantico integrato.
Nel 2012, il Canada era 12° più importante partner commerciale dell’UE, pari all’1,8 per cento del commercio estero totale dell’UE . L’Unione è il secondo partner commerciale del Canada, dopo gli Stati Uniti, che copre il 9,5 per cento del commercio estero totale del Canada. Il valore degli scambi bilaterali lo scorso anno ha raggiunto 61,6 miliardi di euro.

Questa voce è stata pubblicata in Mondo Focus e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.