Confcommercio: in vent’anni le tasse locali sono esplose del 248%

indexLa necessità dello Stato di tagliare i rifornimenti agli enti locali, per limitare la spesa pubblica, si è ribaltata con veemenza sui cittadini: sulle loro spalle, i sindaci e gli altri amministratori hanno riversato la necessità di finanziamento. In venti anni, dal 1995 al 2015, la pressione fiscale è passata dal 40,3% al 47%. E’ quanto denuncia l’ultima ricerca Confcommercio-Cer su finanza pubblica e tasse locali. Nello stesso periodo le tasse locali sono passate da 30 miliardi a 103 miliardi di euro con una crescita del 248%, mentre le tasse centrali sono passate da 228 miliardi a 393 miliardi con una crescita del 72%.

Fonte: Repubblica.it

Questa voce è stata pubblicata in Fisco Italia, Mondo Focus. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.