Decreto Rilancio: le misure in favore di turismo, cultura ed editoria

Decreto Rilancio - le misure in favore di turismo, cultura ed editoriaIl D.L. 19.05.2020, n. 34 (c.d. “Decreto Rilancio”) ha introdotto specifiche misure finalizzate a sostenere il settore del turismo, della cultura e dell’editoria, visto il momento di difficoltà derivante dall’emergenza epidemiologica da COVID-19. Prendiamo in esame le principali:

    • Tax credit vacanze: Una delle prime misure introdotte dal legislatore ha ad oggetto il “Tax credit vacanze” che consiste in un credito finalizzato ad aiutare i nuclei famigliari a pagare le spese sostenute per poter trascorrere un periodo di vacanza. L’art. 176 del D.L. n. 34/2020 dispone infatti che i nuclei familiari purché con ISEE non superiore a € 40.000 hanno la possibilità di usufruire di un credito per il pagamento dei servizi offerti unicamente in ambito nazionale da: imprese turistiche ricettive, agriturismo e b&b;
    • Esenzioni IMU per il settore turistico: Il legislatore ha poi previsto l’abolizione, per l’anno 2020, della prima e seconda rata dell’IMU in considerazione degli effetti connessi all’emergenza sanitaria da COVID-19;
    • Sostegno alle imprese di pubblico esercizio: una serie di agevolazioni per le imprese di pubblico esercizio sia attraverso la possibilità di beneficiare di esenzioni fiscali sia mediante la semplificazione nello svolgimento delle procedure amministrative, con l’obiettivo di promuovere la ripresa delle attività turistiche danneggiate dall’emergenza epidemiologica da COVID-19.
    • Studenti universitari: viaggi ferroviari e musei gratuiti: Al fine di promuovere il turismo culturale, l’art. 182, comma 1-bis ed 1-ter, del D.L. n. 34/2020 dispone che gli studenti iscritti ai corsi per il conseguimento di laurea, di master universitario e di dottorato di ricerca presso le università e le istituzioni di alta formazione potranno, a titolo gratuito e per un mese a scelta: viaggiare sulla rete ferroviaria italiana oppure entrare nei musei, monumenti, gallerie ed aree archeologiche situati nel territorio nazionale e nelle mostre didattiche che si svolgono in essi;
    • Sostegno a favore di istituti, imprese e luoghi della cultura: è stato istituito il Fondo per le emergenze delle imprese e delle istituzioni culturali finalizzato a sostenere le librerie, l’intera filiera dell’editoria, i musei e gli altri istituti della cultura non statali (biblioteche, archivi, ecc.)
    • Bonus edicole: In forza di quanto previsto dall’art. 189 del D.L. n. 34/2020, è stato riconosciuto un contributo una tantum fino ad € 500 alle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste, a condizione che non siano titolari di redditi da lavoro dipendente o pensione

Siti di riferimento: altalex

Questa voce è stata pubblicata in Italia Focus, Italia News. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.