Le start up made in Italy che disegnano il futuro biomedico

imagesOggi in Italia abbiamo più di 5mila piccole aziende fortemente innovative e il ritmo di entrata di queste realtà non fa che crescere: siamo passati da 3 nuovi ingressi nel 2009 agli oltre 1800 nel 2015″, spiega Stefano Da Empoli, presidente dell’Istituto per la Competitività (I-Com), che ha condotto uno studio sul valore economico delle start up innovative in Italia che sarà presentatooggi, nel corso dell’iniziativa Hi Future! La salute di domani a partire dalle idee, una giornata di lavori patrocinata da Jannsen, azienda del gruppo Johnson & Johnson, col suo Future Hub . Le bio-start up in realtà, a oggi, sono poche, solo 30, e con dimensioni piuttosto limitate. Ma sono sempre di più: si è passati da 2 a 26 dal 2009 al 2015, con le ultime 4 nate nei primi mesi del 2016.

Fonte: Repubblica.it

Questa voce è stata pubblicata in Italia Focus e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.