L’Ue boccia l’IVA agevolata sugli e-book

imagesNel 2012 Francia e Lussemburgo hanno deciso di imporre l’IVA agevolata sugli e-book con percentuali rispettivamente del 5,5% e del 3%. L’Italia a partire dal 2015 ha scelto di seguirne l’esempio portando l’imposta sul valore aggiunto per i libri digitali al 4% ma potrebbe dover tornare sui suoi passi.  La Corte di giustizia europea ha accolto il ricorso della Commissione ritenendo che l’aliquota ridotta non è applicabile agli e-book.

Fonte: DMO

Questa voce è stata pubblicata in Attualità dal mondo, Fisco dal Mondo, World News e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.