Migliora economia mondiale

L’attività economica a livello mondiale, dopo aver registrato un periodo di debolezza alla fine del 2012, ”migliora attualmente nell’economie dell’Ocse”. Ad affermarlo è il chief economist dell’Ocse, Pier Carlo Padoan, commentando il rapporto presentato oggi dall’organizzazione internazionale.

Tuttavia, rileva Padoan, ”delle misure audaci dei poteri pubblici restano necessari per assicurare una ripresa più durevole, in particolare all’interno dell’area dell’euro dove la crescita è ineguale e resta più lenta rispetto ad altre aree”.

In Germania il pil nel primo e secondo trimestre del 2013 dovrebbe registrare una crescita del 2,3 e del 2,6%. In Francia dopo -1,2% nel quarto trimestre, il pil dovrebbe registrare un calo dello 0,6% nei primi tre mesi dell’anno e una progressione dello 0,5% nel secondo trimestre.

In Italia, dopo il calo del 3,7% nel quarto trimestre dell’anno, il pil nel primo trimestre dell’anno dovrebbe registrare un calo dell’1,6% e nel secondo trimestre dell’1%. Nel Regno Unito il pil dovrebbe registrare una crescita dello 0,4% nel primo trimestre e dell’1,4% nel secondo.

Tags