Casa, pressione fiscale salita del 143% in tre anni

imagesLa pressione fiscale sulla proprietà della casa è aumentata in tre anni del 143%. Una cifra enorme, dovuta essenzialmente ai «compiti a casa» imposti dall’Europa all’Italia e alla conseguente manovra Monti che ha portato alla sostituzione dell’Ici con l’Imu e poi, nel 2014, all’arrivo della Tasi.

A fare i calcoli è stata l’Ance, che evidenzia anche come, proprio con l’introduzione dell’imposta municipale, a cui si è aggiunta poi anche la tassa sui servizi, il nostro Paese sia schizzato ai vertici della classifica Ocse dei Paesi con la maggiore tassazione immobiliare.

Fonte: Ansa.it

Questa voce è stata pubblicata in Italia News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.