Eni cede a Exxon una quota in Mozambico

quotazione-EniDopo la vendita, quattro anni fa, di un primo pacchetto ai cinesi di Cnpc, l’Eni ha venduto ieri un altro 25% dell’Area 4, nell’offshore del Mozambico, alla statunitense ExxonMobil per 2,8 miliardi di dollari (2,6 miliardi di euro). «È una grande soddisfazione per noi – spiega al Sole 24 Ore l’ad di Eni, Claudio Descalzi – e un riconoscimento importante dell’efficacia del nostro modello». Il closing dell’operazione è atteso entro fine anno.  Quattro anni or sono il primo snodo con la cessione ai cinesi di Cnpc del 20% dell’Area 4, nell’offshore del Mozambico, dove, nel 2011, l’Eni ha scoperto il giacimento super giant a gas di Mamba, il più grande mai rinvenuto nella sua storia. E ieri il gruppo guidato da Claudio Descalzi ha venduto a ExxonMobil un ulteriore pacchetto (il 25%) del prolifico blocco per 2,8 miliardi di dollari (2,6 miliardi di euro). A seguito della transazione, Eni East Africa, che detiene il 70% della concessione Area 4, sarà così controllata pariteticamente da Eni ed ExxonMobil (con il 35,7% cadauna), i cinesi avranno il 28,6%, mentre le rimanenti quote sono di Empresa Nacional de Hidrocarbonetos, Kogas e Galp Energia (ognuna con il 10%). «

Fonte: Il Sole 24 Ore

Questa voce è stata pubblicata in Attualità dal mondo, Italia News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.