India, boom di richieste dati fiscali

Si fanno più pressanti  gli sforzi degli investigatori indiani per scardinare il segreto bancario svizzero per una più efficace lotta al riciclaggio di denaro, all’evasione fiscale e alla truffa.

Nel periodo 2012-13, l’India ha inviato alla Confederazione elvetica in tutto di 646 richieste di informazioni fiscali con un balzo del 59% rispetto  all’anno precedente.

La Svizzera ha dato corso alle richieste dell’autorità indiane solo a partire dal 2010, in seguito alla revisione degli accordi bilaterali in materia di scambi di informazioni.

Tra i principali paesi a cui l’India ha inviato richieste di informazioni fiscali nel  2012-13 ci sono anche: gli Emirati Arabi Uniti (38 richieste), Regno Unito (26), Stati Uniti d’America (61), British Virgin Island (22), Cipro (sedici), Danimarca (11) e Singapore (19).

Questa voce è stata pubblicata in Mondo Focus e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.