La durata dei contratti a termine scende a due anni

imagesMezza marcia indietro sui contratti a termine. La loro durata massima, che lo stesso governo Renzi aveva portato, per quelli senza causale, da uno a tre anni nel suo primo provvedimento importante, scende adesso a due anni. A parziale compensazione, però, viene alzato un altro tetto: se oggi ogni azienda, sul totale dei dipendenti, non può avere più del 20% di lavoratori a termine il limite sarà portato più in alto, probabilmente al 30%. Mentre nulla cambia sulla causale, che non dovrà essere indicata dal datore di lavoro.

Fonte: Corriere.it

Questa voce è stata pubblicata in Fisco Italia, Italia Focus e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.