No Unico per casa non residenti

Da quest’anno, le persone non residenti in Italia  potranno evitare la presentazioe del modello Unico se l’unica fonte di reddito nel nostro paese è rappresentata dal possesso di fabbricati assoggettati ad Imu.

Valgono le stesse condizioni di esonero previste per la generalità dei contribuenti. Una delle novità più rilevanti di Unico 2013, infatti, è rappresentata dall’effetto “assorbimento” che l’imposta comunale ha sui redditi dei fabbricati non locati. Restano fuori dall’Irpef e dalle addizionali regionale e comunale, quindi, l’abitazione principale, le relative pertinenze e gli altri fabbricati non locati, come quelli a disposizione, concessi in comodato a terzi o rimasti sfitti.

Tags