Tassa nascosta sui condizionatori, vale per pochi

indexUna nuova tassa occulta: quella sull’aria fresca, sui condizionatori. Certo una cifra non da rovinarsi, 200 euro l’anno calcolano i consumatori, ma che riguarda solo gli impianti oltre i 12 kw che sono quelli che servono a raffreddare ambienti oltre i 160 mq e che è stata introdotta in forza di una direttiva europea nel 2013 dal governo Monti. Ma il ministero dello Sviluppo smentisce: «la maggior parte dei condizionatori non ha l’obbligo del libretto di impianto e manutenzione in quanto non supera la potenza di 12kW». L’Italia «ha introdotto, al fine di adeguarsi alle direttive europee, prescrizioni per il miglioramento dell’efficienza energetica nel condizionamento per tutelare l’ecosistema e favorire risparmio economico e competitività».

Fonte: Il Messaggero

Questa voce è stata pubblicata in Italia News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.