Anagrafe conti, evasione -40%

“Col nuovo provvedimento il numero degli accertamenti dell’agenzia delle entrate rimarrà lo stesso, perché abbiamo le stesse forze in campo, ma ne migliorerà la qualità e quindi il recupero dell’evasioni in quantità. Ci aspettiamo almeno un 30-40% di recupero in piu'”. Lo ha detto a Rai radio 1 il capo settore per l’accertamento dell’Agenzia delle entrate, Maria Pia Protano, commentando la nuova anagrafe dei conti correnti.

“Per ora ci limiteremo alla raccolta dei dati perché per poter passare agli accertamenti veri e propri serve un altro provvedimento che deve essere emesso dal direttore dell’Agenzia, e che arriverà dopo il 31 ottobre”, ha aggiunto assicurando che “assolutamente non ci sarà violazione della privacy dei cittadini, anche perché tutto il flusso dei dati è concordato col Garante della Privacy. Il sistema è sicuro e sono pochissime le persone che avranno accesso diretto ai dati. Sarà un controllo su tutti, non solo sui pesci piccoli”, ha concluso.

Tags