Ocse, procedure amichevoli in aumento

ocse3L’Ocse ha reso noti i dati sulle Mutual agreement procedure, le procedure amichevoli aperte nel 2012 e quelle ancora in corso alla fine di ciascun anno dal 2006 in avanti in materia di trattati fiscali e trasparenza. I dati si riferiscono ai Paesi membri o partner.
Dal 2006 al 2012 emerge una costante crescita del numero delle procedure ancora aperte verso gli stati membri: alla fine del 2012 erano 4061, in aumento del 5,8% rispetto al 2011 e di ben il 72,7% rispetto al 2006. Stessa situazione anche con riferimento al numero complessivo di procedure amichevoli attivate nell’anno 2012 (1670) rispetto al 2011 (1624).

La durata media della procedura è passata dai 25,59 mesi del 2011 ai 23,20 mesi del 2012. Un miglioramento lieve che però è più evidente se riferito al 2010 quando si sono toccati i 27,30 mesi. Un miglioramento poco distante dai dati riferiti anni dal 2006 al 2009 nei quali è stata sempre inferiore ai 23 mesi.  Inoltre, va evidenziato che oltre il 90% delle procedure amichevoli si è instaurato tra i Paesi membri dell’OCSE.

Il numero maggiore di nuove procedure attivate nel 2012 si registra in Germania (277) seguita  dagli Stati Uniti (226), così come la classifica per numero di procedure in essere vede al primo posto sempre la Germania con 787 procedure ed al secondo gli Stati Uniti con 573 casi. Tuttavia, la Francia non ha inviato i dati per il 2012 e, considerato che alla fine del 2011 aveva comunicato 539 procedure in corso, è pertanto possibile che abbia superato gli USA.

Tags